EPS Dichiarazione di strategia Erasmus

La Associazione Siena Jazz – Accademia Nazionale del Jazz, è unanimemente riconosciuta come una delle realtà di primo ordine nell’ambito dell’alta formazione musicale del jazz, sia a livello nazionale che internazionale. Siena jazz, membro attivo dell’AEC – Associazione Europea dei Conservatori, è fortemente impegnato in processi di mobilità ed è entrato a far parte del progetto Erasmus + .

Da molti anni infatti pone un importante accento sui progetti di cooperazione internazionale e lo fa collaborando con istituti musicali e Conservatori europei ed extra comunitari che si distinguono per originalità e professionalità, che evidenziano una linea didattica fortemente innovativa, e che fanno del programma di modernizzazione uno dei capisaldi della propria strategia. Ne sono alcuni esempi i corsi sperimentati con successo negli ultimi anni come lo è stato “In-JaM – International Jazz Master Program In Improvisation Tecniques”, corso biennale riservato ad un gruppo selezionato di 52 studenti e al quale hanno preso parte 60 docenti tra i più importanti musicisti internazionali, e il Progetto “Boston-Parigi-Siena”, in collaborazione con il Berklee Global Jazz Institute di Boston e il Conservatorio Superiore di danza e musica di Parigi.

Lo scambio di informazioni ed esperienze, il confronto sui processi formativi, didattici e di valutazione, ed infine l’acquisizione di nuovi sistemi e procedure pedagogiche hanno costituito importanti momenti di crescita e di formazione per tutta la struttura. Tutte queste esperienze hanno come fine ultimo quello di fornire a studenti, allievi e personale amministrativo, gli strumenti che consentano un arricchimento culturale e sociale, oltre che didattico e professionale, che attraverso il perfezionamento delle proprie competenze possa contribuire alla valorizzazione della musica e più in generale dell’arte. A tal fine Siena Jazz ha individuato un elenco di priorità su cui impegnarsi nei prossimi anni per raggiungere i propri obiettivi, queste sono:

1. Implementare la mobilità di studenti e docenti, sia avvalendosi di programmi di interscambio europeo (Progetto Erasmus Plus), che attraverso altre forme di collaborazione multi-laterali con istituzioni extra-europee, per lo sviluppo di progetti specifici riguardanti aree tematiche concordate;

2. Aumentare il numero di studenti stranieri in entrata, con l’obbiettivo di raggiungere nei prossimi anni una percentuale di allievi esteri compresa tra il 10 e il 15% degli iscritti complessivi, e parallelamente incentivare la percentuale di allievi in uscita, fino ad un massimo del 10%;

3. Attivare nuove collaborazioni bi-laterali e multi-laterali con Istituti, Conservatori e Università europee e internazionali che vogliano cooperare per lo sviluppo di tematiche condivisibili quali: programmi didattici, promozione di studenti neo-laureati, progetti di ricerca, rilascio di diplomi congiunti, tutoraggio e co-tutoraggio per studenti in mobilità in entrata e in uscita, stage e workshop internazionali;

4. Creare un Ufficio Internazionale per aiutare gli studenti inseriti nei programmi di mobilità con lo scopo di offrire a studenti e docenti, sia in entrata che in uscita, un servizio di informazione di carattere generale sui corsi, l’uso delle aule per studio, gli orari, la logistica, informazioni sui locali cittadini in cui si svolgono concerti e jam session, ecc., fino a un servizio gratuito di reperimento alloggi e varie altre tipologie di sostegno affinché lo studente si senta il più possibile “a casa propria”;

5. Tutte le lezioni dei corsi si possono svolgere sia in italiano che in inglese. La Associazione Siena jazz è comunque particolarmente impegnata nel sostenere l’apprendimento della lingua italiana per stranieri, mediante l’introduzione di programmi intensivi rivolti a studenti e docenti in entrata, inseriti in progetti di interscambio a lungo termine. Verranno intensificati anche corsi introduttivi di lingua italiana per interscambi di breve durata. Il tutto anche tramite l’attivazione di collaborazioni specifiche con l’Università per stranieri di Siena. Sono presenti programmi di studio relativi all’apprendimento della lingua inglese per gli studenti italiani in uscita;

6. Perfezionare l’uso del sistema ECTS, sia con finalità di metodo di accumulo, riconoscimento e trasferimento dei crediti acquisiti durante il programma di interscambio, sia per tutte le altre procedure connesse al suddetto come i contratti di apprendimento (Learning Agreement), certificato degli esami (Transcript of Record), supplemento di diploma (Diploma Supplement), etc.;

7. Conferire larga visibilità mediatica ai progetti in campo internazionale e a tutti i contenuti e risultati di programmi EUC, avvalendosi sia di canali di diffusione tradizionali che non. Utilizzando i sistemi informatici, in italiano e in inglese, creando collegamenti web con Istituti e Conservatori partner, e inserendo banner su un network di siti aziendali pubblici e privati. Potenziando la pubblicità su riviste specializzate, le pubblicazioni tramite collaborazioni con case editrici affiliate, rafforzando i rapporti con giornalisti di settore. Sfruttando l’ampia produzione di eventi di richiamo internazionale quali workshop, summer camp, una diversificata offerta di stage tematici durante l’intero anno accademico, e infine attivando Open Days informativi per indirizzare i giovani alla frequenza di corsi preparatori o comunque pre-accademici;

8. Adoperarsi al fine di condannare e rimuovere ogni forma di discriminazione sociale, economica, razziale, di sesso e di religione, all’interno delle attività promosse dall’Istituto e nella vita studentesca in generale, garantendo condizioni di pari opportunità per studenti disabili mediante l’abbattimento di barriere architettoniche, cercando le risorse necessarie per attribuire borse di studio per studenti meritevoli in condizioni economiche di svantaggio e provenienti da paesi politicamente in difficoltà;

9. Stringere una fitta rete di rapporti con aziende operanti nel settore, sia pubbliche che private, al fine di creare un filo diretto tra gli studenti e il mercato del lavoro, mediante l’attivazione di esperienze concertistiche, di produzioni, progetti, di stage lavorativi che offrano vantaggi pratici, sia nell’immediato che a lungo termine;

10. Diffondere uno spirito europeo e un generale clima di internazionalità mediante un continuo lavoro di sensibilizzazione di tutte le figure professionali che operano all’interno della struttura: docenti, assistenti, staff e amministrativi, così come un intenso coinvolgimento da parte degli studenti in tutte le attività promosse dall’Istituto. Tutto ciò nell’ottica di continuare a proiettare Siena Jazz in una visione sinergica dei rapporti con le altre istituzioni musicali europee, in una ricerca continua dei processi di miglioramento, nel tentativo di dare il proprio contributo all’aggiornamento progressivo degli standard educativi europei.

 

Aspettative derivanti dalla partecipazione al programma di modernizzazione

La Associazione Siena Jazz da quattro anni fa parte di una rete di scambi internazionali che coinvolge il Conservatorio Superiore di danza e musica di Parigi, il Berklee Global Jazz Institute e il Dipartimento di Jazz della New York University.
Con le prime due istituzioni sono state attivate incontri di studio per aree tematiche con la realizzazione di stage specifici che si sono svolti attraverso gli anni a Panama, Boston, Parigi e Siena.
Con la NewYork University si sono attivate sia collaborazioni in cui alcuni nostri docenti hanno svolto corsi annuali per i loro studenti, sia esibizioni dei rispettivi migliori studenti sia a Siena che a New York.
La Associazione Siena Jazz è inoltre membro dell’AEC e promuove la sua dimensione internazionale anche attraverso un continuo approfondimento linguistico per i propri studenti e di un perfezionamento delle procedure di adeguamento al sistema europeo dei crediti e delle valutazioni ECTS.
La Associazione Siena Jazz intende sviluppare la cooperazione tra gli istituti di istruzione superiore (HEI), e le imprese del settore nel tentativo di rafforzare le deboli prospettive professionali collegate al mondo del lavoro musicale. Intende inoltre sostenere l’agenda di modernizzazione dell’istruzione superiore soprattutto per quanto riguarda la continua riforma dei programmi di studio.
Questo obiettivo viene perseguito attraverso lo sviluppo di progetti innovativi da approfondire con l’attivazione di commissioni di insegnanti disponibili alla sperimentazione di nuovi programmi. I risultati di questo lavoro hanno come scopo il raggiungimento della trasmissione di competenze trasversali che al termine di un ciclo completo di studi riescano a formare un titolo riconoscibile doppio o congiunto.
Il tutto in armonia con i requisiti richiesti dal sistema europeo di accumulazione e trasferimento dei crediti ECTS fino alle metodologie richieste dal Supplemento al diploma.
Quest’aspetto innovativo della programmazione didattica rappresenta sicuramente un primo passo per interconnettersi con le tematiche della ricerca. L’obiettivo delle sinergie fra didattica innovazione e ricerca è indispensabile sia nel campo della produzione musicale, sia negli approfondimenti e nelle interconnessioni fra i vari linguaggi musicali.
La Associazione inoltre è interessata a implementare l’istituzione di programmi di studio e moduli per l’educazione continua, volte all’aggiornamento di conoscenze e competenze precedentemente acquisite dagli studenti.
È altresì indispensabile approfondire le novità relative alla riforma dei finanziamenti, con una politica di fundraising che coinvolga attività di partenariato culturale ed economico con aziende aperte a collaborazioni con il mondo musicale dell’alta formazione.
L’insieme di questi obiettivi e le relative strategie collegate con l’attivazione e lo sviluppo del Programma Erasmus, comportano una inevitabile propulsione di tutto il sistema culturale e sociale della nostra istituzione.